ARTICOLO
Lifestyle

Sri Lanka: viaggio a ritmo di musica puntando verso est

Perchè stare sempre fermi quando si può imparate tantissimo solamente viaggiando?

Un viaggio ispirato dalla musica

Quante volte ci è capitato di passare una serata con amici a ritmo di musica che ci ha però fatto accendere a tutti quella lampadina nel cervello che illumina la scritta ”saliamo su di un aereo per una nuova avventura!”

Beh… Perché stare sempre fermi quando si possono imparare nuove cose solamente viaggiando? A me è capitato… in Sri Lanka!!

qua stavo raggiungendo una piccola isola davanti ad Hikkaduwa  situata nel sud-ovest dello Sri Lanka, che e' famosa tra i locals perche' si trova un tempio con un pozzo di acqua naturale in mezzo al mare.
Piccola isola davanti ad Hikkaduwa con pozzo di acqua naturale

Prendere un’aereo e via!

Un giorno, ascoltando musica diversa dal solito, un po’ per la voglia di conoscere i diversi ritmi musicali che ci sono nel mondo, un po’ perché il mondo Bolliwood sta davvero prendendo il sopravvento tra i miei amici mi sono ritrovata a pensare “perché non fare un salto in Sri Lanka?”
Pensare a quale tipo di strumenti si utilizzano per creare certi suoni mi ha sempre affascinato, quindi perché non sentirli di persona?


Ovviamente al tempo era più semplice viaggiare quindi ottenere un biglietto che costasse poco non era poi così difficile (soprattutto per una persona che come me che abitava a Dubai) ed avendo il magico mondo asiatico ad uno schiocco di dita mi catapultai subito sul laptop a cercare dei biglietti.

E one, e two, e one two three four… biglietti prenotati!

Lungi o Sarong uomini Sri Lanka
Uomini con il tipico Lungi o Sarong, un semplice drappo quadrato di stoffa arrotolato attorno alla vita

L’arrivo nell’isola splendente

Ecco che mi ritrovo nella splendente LACRIMA DELL’INDIA.

Lo Sri Lanka viene denominato così specialmente dagli indiani per via della sua forma e vicinanza con l’imponente India. Già agli arrivi ci si immerge dentro la cultura indiana: tutto sembra andare a ritmo del tintinnio di piccole campanelle che si trovano ovunque: appese a carrelli , dentro i taxi , sui bus e pure appese ai passeggini. Di solito questi campanellini sono color oro e, come andrò a scoprire in seguito, quel color oro si ripeterà anche nelle campane più grandi appese nei veri templi Hindu.


Appena salita sul taxi i suoni si mischiano in un fracasso caotico tra sbattere di campanellini e i ruggiti del traffico dove macchine, tuktuk e scooters sfrecciano senza paura; sembra quasi che le persone si lancino nel traffico ad occhi chiusi per accapparrarsi quel piccolo posto dove infilare il loro veicolo. Il mio conducente era uno di quelli, infatti la mia prima RIDE l’ho passata con il cuore in gola.

La radio risuona con musica locale di una donna che canta con una voce nasale e, con qualche domanda, scopro chiamarsi Kavita Subramaniam: una famosissima cantante indiana con il nome davvero difficile da pronunciare (e sopratutto da ricordare) quindi lo annoto subito nei miei appunti.
Colombo, la capitale, è davvero un continuo clamore: ma è proprio questo il bello no?

Girovagando un po’

Tempio Buddhista Sri Lanka
Tempio buddhista costruito e donato allo Sri Lanka dal Giappone in memoria dello tsunami ( 2004 )
Treno Sri Lanka
Sul treno dal sud Sri Lanka a Colombo

Avendo qualche settimana per girare attorno all’isola decido di visitare diverse regioni e, durante le mie lunghe camminate o i viaggi in treno senza porte ne finestre, mi è capitato di conoscere abitanti del luogo e chiedere loro che tipo di musica ascoltassero. Per la maggior parte ascoltano tutti canzoni di tradizione Induista e Buddista: qualche canzone che richiama a vecchi rituali folcloristici e soprattutto, in questo secolo, canzoni che provengono dal mondo del cinema Bolliwood ( come biasimarli, quei films sono IPNOTIZZANTI )

Scalinata Adam's Peak
Ai piedi della lunga scalinata di Adam’s peak

Verso il punto piu alto

Sicuramente uno dei luoghi più suggestivi da vedere e’ Adam’s peak: una montagna con 5500 gradini da salire. Alcune persone del luogo mi avevano detto che guardare l’alba da su in cima e’ davvero una cosa suggestiva. Dopo i loro consigli ho deciso allora di arrivare la’ per mezzanotte, dormire due ore e iniziare la mia scalata verso le 2.30 del mattino.

Dopo 3 ore di camminata con tanto di pausa per bere dei te’ caldi zuccherosissimi (i famosi Karak Chai) arrivo in cima e … wooow che spettacolo! Ovviamente le mie gambe non erano dello stesso parere ma aver davanti a me tutta quella bellezza è stata un’esperienza che non dimenticherò mai! Il cielo e le montagne si mischiavano assieme alla foschia delle prime ore del mattino in un turbinio di colori di blu, verde e arancio che divenivano sempre più evidenti man mano che il sole cresceva nel cielo.

Il bus dai mille suoni

Dopo esser scesa dalla montagna sono riuscita a prendere un bus con l’ultimo posto al finestrino che mi avrebbe riportato verso il sud dello Sri Lanka. Il bus passava in mezzo al Kandy, una regione nella quale l’occhio si perde tra le tonalità’ di verde date dai diversi campi coltivati con piante di te’. Il vecchio nome dello Sri Lanka prima che venisse rinominata cosi’ era Ceylon: ora questo nome viene utilizzato per il te’ che si produce nell’isola ed è uno dei più’ buoni che ci sia al mondo.

Cima di Adam's Peak
La bellissima alba vista 5500 gradini dopo… in cima all’Adam’s peak

Verso la fine del viaggio

Capita sicuramente a molte persone di pensare ad un viaggio mentre si ascoltano delle canzoni: la musica ci da davvero la possibilità di sognare e perché no, magari un giorno di prendere un aereo e ascoltare quella nostra band preferita nel loro luogo d’origine.

Se passate dallo Sri lanka, dovete assolutamente andare nei negozi di musica: io ho comprato diversi strumenti musicali nei miei ultimi giorni passati la’, tra i quali una sorta di tamburello che riporta un disegno delle onde del mare e che, quando viene mosso, ricorda il suo suono. Semplicemente fantastico… proprio come viaggiare!

Kandy Sri Lanka
Davanti alla rigogliosa regione del Kandy

Sito Turismo Sri Lanka

promozione turismo dello Sri Lanka

Alice Riva

Series NavigationLe isole Filippine: un autentico paradiso tra terra e mare >>
Riproduzione Riservata ®

Potrebbe interessarti anche

Musica

2 giorni fa

Vasco Rossi, Trento e la lunga notte alla Music Arena

 
il CoLibrì

3 giorni fa

Gianluca Gotto alla scoperta dei 6 pilastri della Pura vida

 
Interviste

3 giorni fa

Three Mone si racconta: intervista al re della scena trap

 
Sogni d'Oro

3 giorni fa

Ho perso la testa in sogno. Quanto è grave da 1 a 10?

 
error: Content is protected !!
Leggi anche
Musica

2 mesi fa

Vasco Rossi: 45 anni di carriera con un doppio platino