ARTICOLO
L'Antitesi
Tha supreme Blanco

Blanco e Tha Supreme: chi è l’enfant prodige?

La rima non era voluta, lo giuro. (E infatti non era una rima, lo assicuro)

Gli enfante prodige

Prima di addentrarci nel nostro doloroso quotidiano, delle doverose precisazioni per chi non conoscesse gli artisti:
Tha Supreme è un produttore/cantante di circa 20 anni, classe ‘02.
Da sempre considerato un prodigio, già alla sua età può vantare innumerevoli titoli: il suo primo disco, infatti, ha una certificazione di doppio platino, con altrettante note di merito per tutti i brani in esso presenti.
Oltre a questo Tha Supreme vanta innumerevoli collaborazioni con tutta la scena italiana, per la quale ha prodotto o cantato strofe.
Da Marracash a Mahmood, passando anche per il macinanumeri Sfera.

Blanco non è stato da meno. Il ragazzo, classe ‘03, alla prima uscita ufficiale ‘La canzone nostra’, in collaborazione con MACE e Salmo, ha ottenuto ben 5 dischi di platino.
Il Palmares del giovanissimo non finisce assolutamente, vanta infatti innumerevoli altre certificazioni e la vittoria del festival della canzone italiana.
L’edizione di Sanremo 2022 infatti, è stata vinta da lui assieme a Mahmood, con il brano ‘Brividi’

Due giovanissimi al centro dei media

Diventati simbolo dell’innovazione culturale, i due sono stati subito messi al centro di ogni discussione possibile.
Il preambolo era necessario, certo; ma credo che ogni lettore abbia almeno l’idea di chi sia uno dei due.
Tha Supreme e Blanco sono simboli della generazione Z, del cambio completo nel rap e nel pop.
Quindi dovrebbero essere un formidabile duo, un punto di riferimento per tutti i ragazzi (e non) che si avvicinano alla musica.

Ma così non è.

L’unione fa la forza, questo è vero.
Ma cosa succede a chi ha avuto il suo ego gonfiato sin dalla più tenera età?
Che si ferma a quel momento.

Se il successo è arrivato nell’immaturità più totale, perché crescere? A cosa servirebbe?
A niente, giustamente, fino a che oltre all’arte si deve affrontare qualcosa di più grande.

È questo l’inizio della diatriba tra i due artisti, se così la vogliamo chiamare, dato che si tratta unicamente di invettive da parte di uno solo nei confronti dell’altro, che però non ha mai ricevuto risposte.

Andando con ordine

Thasup, il 4 dicembre, dopo la notizia della partecipazione di Blanco al festival di Sanremo, si è sfogato sul suo Instagram sulla figura del collega, che accusa di plagio.
A dirla tutta, Supreme non ha specificato il nome, ma dagli indizi lasciati e dal contesto tutto sembra riportare al vincitore del festival della canzone italiana in carica.

tha supreme blanco
tha supreme blanco
tha supreme blanco

A tutto questo, come già anticipato, Blanco non ha risposto. Anche ulteriori frecciatine postate poche settimane fa non hanno smosso in nessun modo il giovanissimo, che è rimasto fedele al suo completo silenzio stampa.

Ma perché questa invidia?

Sì, lo ammetto: delle somiglianze esistono, certe linee vocali di Blanco ricordano alla lontana quelle di Sup. Credo che ascoltando attentamente, si possa notare come alcune strofe di Tha Supreme ricordino quelle del collega, ma solo se opportunamente rallentate. Una somiglianza che quindi, anche dal punto strettamente legale, non permette l’accusa di plagio.
Questo spiega perché l’attacco si sia limitato a delle blande storie su Instagram.
Ma perché tutta questa rabbia allora? Certo, il sentirsi privati della propria originalità è una cosa grave, ma anche volendo dare perfettamente ragione a l’accusatore, i due fanno anche generi diversi, le possibilità di pestarsi i piedi facendo esattamente le solite canzoni sono abbastanza labili.

Lo spodestamento dal trono

Credo che Tha Supreme si stia sentendo spodestato dal suo trono di “Enfant Prodige” vista l’attenzione mediatica completamente spostata sul suo collega.
Risulta incredibile pensarlo, visto che è lui il primo a fuggire dalla fama data dagli eventi e dallo spettacolo; difatti si mostra raramente di persona, preferendo il suo avatar colorato.
E quindi di che paura si tratta? Un’infondata lagna di un ragazzino che non ha più le complete attenzioni dei suoi genitori, in questo caso tramutate in pubblico e major.
Ed è un peccato vedere così tanto talento sprecarsi in queste inutilità, e mi viene da pensare che Blanco si stia comportando nel miglior modo possibile, non rispondendo.

Riproduzione Riservata ®

Potrebbe interessarti anche

Musica

6 ore fa

Luigi Strangis vince Amici ’21. E il nostro sondaggio?

 
L'Antitesi

7 ore fa

P38 al capolinea: ha senso tutto questo nel 2022?

 
Una Buona Novella

9 ore fa

Intervista a Sarah I. Belmonte e la sua “Pittrice di Tokyo”

 
Lifestyle

1 giorno fa

Com’è l’aldilà? La testimonianza shock di chi c’è stato e..

 
error: Content is protected !!
Leggi anche
Mixtape

8 mesi fa

‘Wu Tang’ e ‘Blu’, 2 singoli, 3 parole: flussi di coscienza