luciennnn copertina slogan

Luciennn e il suo Slogan, a gran voce

Un vedo non vedo

di Melpot Cosmos

Nessun volto per Luciennn

Luciennn, rapper e produttore sardo, è facilmente riconoscibile… per il suo anonimato.
Spesso presentandosi in pubblico col volto coperto, il pupillo di Salmo preferisce non mostrarsi e far conoscere il meno possibile della sua vita privata, ma la sua presenza è tutt’altro che ignorabile.
Il suo primo progetto, ‘Slogan’, segna il suo primo album nel suo nuovo periodo, che si divide tra le sue riconoscibili produzioni e il proprio cantato.

Luciennn, la produzione e il cantare

Un nuovo produttore che decide di completare i suoi beat con la propria voce, Lucien ha incominciato anni fa con le produzioni, ma solo da circa un anno ad aggiungere le sue barre sopra a ciò che componeva.
Oltretutto il suo primo singolo con la sua voce ‘Login’ è presente nel suo disco ‘Slogan’, che sembra più la conclusione di un percorso che l’inizio di qualcosa.

Il problema che noto

Secondo me il punto su questo disco rimane questo: è per metà, già completamente edito.
Non lo trovo particolarmente ispirato se non per il bisogno di far uscire un progetto con il proprio nome da chiamare “album”, e questo mi dispiace infinitamente.

Com’è questo LP?

Il dispiacere deriva in gran parte dal percorso stesso di Luciennn, che si sta dimostrando un artista sempre più interessante nonostante la giovane età, ma che pare già incastrato in necessità da major.
Troppi artisti vengono rovinati dall’obbligo di fare un disco, e non vorrei fosse questo il caso.

Luciennn su Instagram, lancia così la tracklist di Slogan
Luciennn su Instagram, lancia così la tracklist di Slogan

Un suono coeso, ma qual è il costo?

Un suono che vale, che ha dimostrato in più riprese come possa far risaltare molte voci, ma che credo non sia abbastanza.
Credo sia prematuro rilasciare già un disco, ma che sarebbe stato più corretto rilasciare nel tempo una serie di singoli, senza correre, e senza pretese.

Credo che, visto il breve periodo di produzione, l’artista sardo avesse tutto il diritto e necessità di aspettare ancora prima di fare un passo così importante come quello del primo disco.
Detto questo, oltre alla prematurità, i brani singolarmente valgono, da facile inserimento in svariate playlist sul genere.

Un paio di pareri, tipo pagella

100% ft. Salmo
Sicuramente il banger del disco, con il featuring più importante e celebre: Salmo. Il sound è molto vicino a quello che sta proponendo nelle loro ultimi collaborazioni. Ottimo da club.

Slogan
La title track segue l’orma del primo brano, con una strumentale che preferisco, con più sample e più intarsi interessanti. Il coro nel ritornello si sposa bene.

Login
Brano già edito, che conclude la parte più banger del disco, anche se non troppo lontana dalla titletrack. La strofa molto vicina alla scrittura di Salmo, che non mi fa impazzire.

Soli ft. AURA
I ritmi latineggianti, il featuring con una voce femminile: i canoni ci sono tutti. Siamo davanti al brano d’amore di un disco fatto per i club, forse un po’ troppo blasonato.

Tyvek
Un cambio di sound, in un brano già edito, che riprende sonorità meno “banger” e più vicine ad altre scuole di elettronica, più lente, house ed ambient. Probabilmente il mio brano preferito dei sei, anche per la sua distanza.

1%
Un brano che poteva anche non essere dentro il progetto, se non per la citazione al primo. Interessante ma nel complesso un po’ una ripetizione.

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

L'Antitesi
sxrrxwland

L’anima dei Sxrrxwland nel 2024

di Melpot Cosmos
2 mesi fa
L'Antitesi
Kendrik Lamar e Drake

La fine di Kendrick Lamar VS Drake

di Melpot Cosmos
2 mesi fa
L'Antitesi
Drake Kendrik

Drake contro tutti, vincerà lo scontro a 3?

di Melpot Cosmos
3 mesi fa
L'Antitesi
Jordan Jeffrey Baby

Jordan Jeffrey Baby, una fine evitabile

di Melpot Cosmos
4 mesi fa
Cerca
secondi al contenuto
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!