Lifestyle
ARTICOLO
storie vere horror amityville

5 film horror terrificanti ispirati da storie vere

A volte la realtà è più spaventosa della finzione

Molti film horror sono ispirati a storie vere. Il pensiero che una storia terrificante sia realmente accaduta o che il serial killer protagonista del film esista veramente, ci destabilizza e provoca in noi una paura profonda. Le storie che leggerai dimostrano quanto la realtà, a volte, sia più spaventosa della finzione.

L’Esorcista (1973)

La casa di Roland Doe a Saint Louis nel Missouri che ispirato il film horror dell'esorcista
La casa di Roland Doe a Saint Louis nel Missouri

La storia su cui si basa il film horror l’Esorcista del 1973, ha inizio alla fine degli anni ’40, quando il tredicenne Ronald Doe dopo la morte della sua amata zia, iniziò a manifestare strani comportamenti. Si verificarono diversi episodi soprannaturali, fino a che i genitori del ragazzo, preoccupati, chiesero aiuto al prete locale per eseguire l’esorcismo. Il rito però non venne mai completato perché Ronald ferì il prete con una molla presa dal suo materasso.

I genitori decisero allora di portare il figlio nella loro casa nel Maryland, a St. Louis, per un secondo esorcismo. I sacerdoti credevano che Ronald fosse posseduto da dieci demoni. L’ultimo esorcismo avvenne poche settimane dopo, all’ospedale Alexian Brothers di St. Louis, e terminò con esito positivo. Dopo essere uscito dallo stato di trance, Ronald disse semplicemente “Se n’è andato”.

L’Evocazione – The Conjuring (2013)

casa perron dove è accaduta la terribile storia che ha ispirato il film horror l'evocazione - the conjuring
Casa Perron

Il film horror L’Evocazione – The Conjuring si basa sulle inquietanti esperienze vissute da Ed e Lorraine Warren, demonologhi e scrittori statunitensi. La coppia, dopo aver fondato la New England Society for Psychic Research nel 1952, si occupò di numerose vicende legate a presunte manifestazioni sovrannaturali.

Uno dei loro casi più famosi ispirò questo film che racconta le vicende della famiglia Perron. Carolyn e Roger Perron, insieme ai loro 5 figli, si trasferirono in una fattoria nel Rhode Island, nel gennaio del 1971. Fin dall’inizio assistettero a fatti strani, come rumori misteriosi, odori strani e oggetti spariti nel nulla. Tutti questi fatti non furono inizialmente fonte di preoccupazione, fino a quando non scoprirono il passato oscuro di quella casa.

I Warren indagarono a fondo e scoprirono che in quella casa era vissuta una strega, Bathsheba Sherman, che si era suicidata proprio nel cortile professando il suo amore per Satana e gettando una maledizione su tutti i futuri abitanti della casa. La famiglia Perron rimase in quella casa infestata fino agli anni ’80.

Annabelle (2014)

la bambola di annabelle all'interno del museo dell'occulto dei warren
La bambola Annabelle all’interno del Museo dell’Occulto dei Warren (Tony Spera/USA Today)

Nel 1970 una signora del Connecticut comprò una bambola di pezza, una Raggedy Ann, come regalo di compleanno per sua figlia. La figlia che ormai frequentava il college, felice per quel regalo che le ricordava l’infanzia, portò la bambola nell’appartamento che condivideva con una sua amica. Ben presto cominciarono a verificarsi fatti strani. La bambola sembrava muoversi da sola e veniva trovata sempre in posizioni differenti, o in posti diversi della casa. Quando cominciò a perdere sangue decisero di rivolgersi a una medium.

Lorraine Warren, dopo aver toccato la bambola, spiegò loro che lo spirito di Annabelle Higgins, una bambina morta all’età di sette anni, era entrato nella bambola. Le intenzioni dello spirito della bambina non erano malevole.

Quando la bambola tentò di uccidere un loro amico con sette coltellate al petto, le due ragazze decisero di rivolgersi alla chiesa locale che le mise in contatto proprio con i Warren. La coppia, dopo avere assistito a diversi episodi spaventosi, prese la bambola e la chiuse in una teca riposta nel loro Museo dell’Occulto, dove si trova ancora oggi. “L’aspetto è ingannevole” ha dichiarato Lorraine Warren a USA Today nel 2017.

Amityville Horror (2005)

La terribile storia che ispirato il film horror Amityville, è avvenuta a Amityville, al 112 Ocean Avenue. La mattina del 13 novembre 1974, il ventitreenne Ronald Jr. DeFeo uccise i suoi genitori e i fratelli. Tutti e sei vennero assassinati nei loro letti, a colpi di fucile, mentre dormivano. Ronald alla fine ha confessato la verità, ammettendo di aver ucciso tutta la famiglia, guidato dalle voce di alcuni spiriti.

L’anno successivo alla strage, la casa venne messa in vendita e fu acquistata da George e Kathy Lutz, che rimasero nell’abitazione per soli 28 giorni. Terrorizzati, il 14 gennaio del 1976 presero i figli e fuggirono dalla casa, sostenendo che fosse infestata dagli spiriti.

I Warren studiarono la casa dal 24 febbraio al 6 marzo 1976, accompagnati da una troupe televisiva, arrivando alla conclusione che nella casa viveva una presenza oscura.

L’Esorcismo di Emily Rose (2005)

foto di anneliese la protagonista della storia che ha ispirato il film horror l'esorcismo di emily rose
Anneliese Michel

La triste storia di Anneliese Michel ha ispirato il film horror The Exorcism of Emily Rose. Anneliese era un’adolescente quando cominciò a sperimentare degli strani malesseri. Dopo diversi attacchi di convulsioni venne portata da un neurologo, che le diagnosticò una rara forma di epilessia. Anneliese proveniva da una famiglia cattolica molto devota, e passava i suoi periodi di lucidità a pregare, fino al punto di rompersi le ginocchia, a causa delle continue genuflessioni.

Nonostante l’assunzione di farmaci per l’epilessia, le sue condizioni peggiorano, fino al punto che si convinse di essere posseduta da un demone. Affermò di vedere la faccia del diavolo ovunque andasse e che sentiva sussurrare demoni nelle orecchie, che le dicevano di “marcire all’inferno” e che era “dannata”.

Anneliese e i suoi genitori, alla disperata ricerca di una soluzione, si rivolsero ad un sacerdote. Per i successivi dieci mesi, due sacerdoti condussero 67 esorcismi sulla povera Anneliese. Durante gli esorcismi, nonostante fosse arrivata a pesare circa 30 kg, mostrava una forza sovrumana, tanto da dover essere tenuta ferma da più persone. Parlava lingue antiche come il greco, il latino e l’aramaico, utilizzando due voci contemporaneamente, durante gli esorcismi.

La sua salute peggiorava sempre di più, fino a quando nel 1976, Anneliese muore di malnutrizione e disidratazione. I genitori e i due sacerdoti vennero accusati di omicidio e il caso divenne famoso e molto discusso.

Conosci una storia realmente accaduta che ha ispirato un film horror?

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

Se fosse un piatto

1 giorno fa

Spaghetti chitarra parmigiano e ragù per Toto Cutugno

 
Lifestyle

1 giorno fa

I 5 alberi di Natale più belli sparsi in giro per il mondo

 
Lifestyle

3 giorni fa

I barbieri-chirurghi: strane occupazioni Medioevali

 
Lifestyle

1 settimana fa

Marco Mengoni: un unboxing della discordia per il 15-15

 

Leggi anche

Musica

5 ore fa

Linda sul podio di X Factor 2022: un terzo posto inaspettato

 
Musica

7 ore fa

Vasco Rossi e quella messa di Natale mai pubblicata

 
Se fosse un piatto

1 giorno fa

Spaghetti chitarra parmigiano e ragù per Toto Cutugno

 
Musica

1 giorno fa

Cugini di campagna: un pezzo di storia a Sanremo 2023

 
error: Content is protected !!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!