RECENSIONE
AURORA Medusa
Medusa
Molto bella l'atmosfera evocativa che si fonde perfettamente con il tema del brano
Utilizzo consigliato
Se sei un deejay, dovresti procurartelo...

Medusa di Aurora: la mitologia greca che sbarca nei club

Ascoltala ma attenzione a non guardarla negli occhi!

Aurora con Medusa lascia tutti di sasso

Ci sono storie destinate a resistere al tempo e allo spazio. 
Medusa” intreccia la leggenda della Gorgone con una storia d’amore tormentata e inevitabilmente destinata a finire. Al centro del racconto ci sono due amanti che, nel loro ultimo sguardo, si trovano sospesi e pietrificati in un attimo di consapevolezza: un amore profondo ma un destino già segnato che li ha portati nel tempo a sgretolarsi. Attraverso immagini evocative si affrontano i demoni che hanno soffocato la relazione e hanno reso i due, vittime di circostanze ineluttabili. 

La colpa di Medusa, sedotta da Nettuno e ingiustamente trasformata in un essere mostruoso, si riflette nella colpa degli amanti, intrappolati da forze più grandi di loro e, come lei, ormai segnati involontariamente dal corso degli eventi. Le sensazioni provate dai protagonisti sono riflesso del senso del sublime presente in molte rappresentazioni di Medusa nell’arte.

In particolar modo viene evocata quella del Caravaggio: il dolore e la disperazione sono palpabili come le grida della Gorgone e il sangue nell’opera, vivido e inesorabile, simboleggia la passione e la sofferenza degli amanti. In questo brano, l’intensità emotiva è amplificata da un’atmosfera dark pop che risuona come un’eco delle loro grida silenziose, catturando l’essenza di un amore tanto forte quanto tragico. Una produzione NK studio per Indieca Records

AURORA Medusa

“Cantare è come essere sospesi su di una corda. Sotto di te il vuoto, dentro di te il fuoco. Essere sé stessi? E’ tutta una questione di equilibrio”.

Aurora

E’ così che Aurora descrive la sua arte canora che si intreccia a quella della danza aerea, disciplina che pratica fin da giovanissima e che la vede protagonista di performance suggestive. Con la compagnia Kilibre art of event (SP) si esibisce per eventi e feste private, recentemente ha preso parte a “Materia viva”, spettacolo promosso da Treccani nell’evocativa cornice della Cava di Michelangelo a Carrara.

Appassionata di storia dell’arte, che studia presso l’Università Cattolica di Milano, nei suoi testi si ispira ai grandi protagonisti del passato. Medusa è il brano che segue “Chagall” in questo fil rouge artistico.

Condividi questa recensione!

Recensioni Recenti

Cerca
secondi al contenuto