henne capelli

Henné: capelli sani e forti per il 2024

Tutte le proprietà benefiche

di Federica Solino

Rimedi naturali per la cura dei capelli: cos’è l’hennè, ovvero lawasonia inermis?

Sin dai tempi antichi diversi popoli hanno utilizzato questo cosmetico naturale per la cura dei capelli e non solo. L’hennè anche conosciuto con il nome di Lawasonia inermis, è una pianta dalla quale è possibile ottenere una polvere naturale triturando le foglie fatte in un primo momento essiccare. La Lawasonia viene da sempre usata sia per colorare i capelli e dargli un aspetto sano e forte, ma anche per i tatuaggi temporanei, spesso utilizzati nelle varie culture indiane e arabe. Polveri fini, dalle diverse sfumature che cambiano in base alla colorazione desiderata, senza alcun pigmento ma naturali al 100%.

Hennè
fonte Instagram

Per secoli questa tintura è stata utilizzata anche per la colorazione dei vestiti, come protezione sotto le armature durante le battaglie, per l’abbellimento delle unghie e come inchiostro per la pelle. In Oriente, l’hennè viene spesso utilizzato durante le celebrazioni, in India è una vera e propria tradizione farsi tatuare con queste polveri per abbellire il corpo in maniera temporanea senza ‘contaminare’ la pelle o il capo. Estetica, tradizione, salute, la Lawasonia è la protagonista indiscussa da secoli per tantissime culture e popoli.

Hennè
tatuaggio naturale, fonte Instagram

Hennè e capelli: ecco come si usa

Questa pianta dalle mille proprietà è generalmente molto diffusa in Africa, India e Medio Oriente, maestosa e candida grazie alla presenza dei suoi fiori bianchi profumati, la Lawasonia una volta triturata, ha un colore marrone intenso o arancione. A differenza delle tinture chimiche, l’hennè non danneggia il cuoio capelluto anzi, inspessisce il capello rendendolo forte e sano e aiutando la crescita in maniera veloce. Le colorazioni che si possono ottenere sono diverse: castano scuro, castano chiaro, biondo, rosso intenso, rame, blu, viola, nero, a seconda degli elementi naturali che si possono aggiungere all’intruglio.

L’odore è abbastanza forte tanto da ricordare il ‘profumo’ del fieno e va via al secondo shampoo. Alla polvere di Lawasonia inermis va aggiunta solo acqua calda, diverse voci consigliano di adoperare una ciotola e utensili non metallici o in acciaio per non intaccare le proprietà benefiche della pianta, inoltre è consigliabile fare uno shampoo prima di tingersi perché il colore attecchisce maggiormente.

Il colore naturale non andrà via lavaggio dopo lavaggio ma tenderà a schiarirsi ed è possibile ripetere questo processo dopo 4 o 6 settimane. L’intensità del colore dipende dal tempo di posa che va dai 60 minuti alle 3 ore circa, più tempo lasceremo agire la tinta e maggiore sarà l’intensità.

Al composto va aggiunta acqua calda quanto basta facendo attenzione a non lasciare grumi nella ciotola, il risultato dovrebbe essere cremoso. Con l’aggiunta di alcune gocce di limone è possibile fissare maggiormente il colore e spesso in molti decidono di preparare il composto almeno un giorno prima per farla riposare. Una volta terminato il processo basterà usare della pellicola per avvolgere il capo e tenere al caldo il tutto.

Colorazioni e marche

La fortuna per chi ha i capelli bianchi o grigi è che questa tintura riesce a coprirli perfettamente, ma la cosa davvero importante è non lasciarsi ingannare dalle etichette: spesso alle polveri vengono aggiunti dei composti non naturali che possono alterare le colorazioni o danneggiare il capello. L’essenziale è saper leggere l’inci di ogni prodotto che si trova sull’etichetta. Per ottenere un colore nero intenso, bisogna vedere che ci sia l’indigo, oppure per ottenere un rosso brillante c’è bisogno di sola Lawasonia inermis senza aggiunta di altri prodotti.

I siti dove poter acquistare queste polveri sono diversi: Zenstore, ArmoniaBio, Amazon. I tempi di consegna sono veloci e i prezzi super accessibili (dalle 2 alle 5 Euro). Insomma ci sarebbero tantissime altre informazioni da poter dare perché questo mondo del tutto naturale sembra infinito, ma una cosa è certa, i risultati si vedono eccome! Capelli sani, forti, lucenti e non danneggiati da quelle odiose doppie punte alle quali potrete dire addio.

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

Benessere
Uno yogin in meditazione

Yoga, 7 curiosità sulla sua origine

di Jacopo Gozzi
11 mesi fa
Benessere
Progetto senza titolo (1)

Praticare Yoga: filosofia e benefici

di Jacopo Gozzi
12 mesi fa
Benessere
tofu dieta

Tofu: 4 buoni motivi per inserirlo nella tua dieta

di wheremagichappens
1 anno fa
Benessere
vegan

5 ristoranti veg-friendly a Roma

di Giulia Baldini
2 anni fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
NUOVA PLAYLIST
ULTIME USCITE EMERGENTI
SEGUI