Toto Cutugno Australia

Toto Cutugno e quello sfortunato ritorno in Australia

Storia di una triste occasione mancata per salutare un grande artista

di wheremagichappens

Toto Cutugno e quello scalo in Australia per i nostri migranti

Nella settimana dedicata all’intramontabile cantante di Fosdinovo (provincia di Massa e Carrara) che ci lascia all’età di ottant’anni, abbiamo voluto cercare (tra le tantissime storie che gli ruotano attorno) una testimonianza che ci donasse il ricordo più autentico non solo della persona, ma dell’impatto che la musica di Toto Cutugno ha avuto nel pubblico e nel concetto stesso di italianità. Stiamo probabilmente per raccontarvi la storia di un vero e proprio simbolo per gli italiani nel mondo.

Toto Cutugno

Nel corso della sua carriera, Salvatore Cutugno, ha venduto più di 100 milioni di dischi e si è affermato come uno dei più grandi cantautori nella storia moderna della nostra musica; la sua attività si è anche sviluppata nei ruoli di paroliere, compositore e produttore. Celebri sono i tanti brani scritti per Adriano Celentano (altrettanto celebre è l’aneddoto sul famoso rifiuto da parte del cantante della canzone “L’italiano“, rivelatasi poi uno dei simboli del nostro stesso essere italiani nel mondo). Ha inoltre partecipato a 15 edizioni del Festival di Sanremo, vincendo quella del 1980 con il brano “Solo noi”.

L’amore di Toto Cutugno per l’Australia

La musica e le note di Cutugno si sono affermate soprattutto all’estero, probabilmente per il messaggio e i valori legati alla patria che hanno sempre rappresentato. Gli arrangiamenti, soprattutto, si sono ispirati alla nostra tradizione nazional popolare e i testi semplici, immediati e facili da ricordare sono stati l’accompagnamento per chi, tanti anni fa, ha deciso di lasciare il nostro Paese con (è proprio il caso di dirlo) le tasche piene di sogni.

Il cantante, così come tantissimi altri colleghi, non ha mai dimenticato i ‘cugini’ italiani‘ sparsi nel mondo, soprattutto in Australia e, in diverse occasioni, ha organizzato tournè per potersi esibire in giro per il pianeta. Aveva preparato nel 2018 un grande ritorno nell’isola con 4 tappe di un minitour che era destinato a diventare epico.

Il tour avrebbe dovuto toccare le città di Sydney, Melbourne e Perth proponendo ai tantissimi fan australiani dell’artista il suo intero repertorio e riportando alla mente dei tanti ricordi legati a tutta una vita da emigranti in quello che, per tanti di noi, ha rappresentato un nuovo mondo. La canzone ‘L’italiano’ è stata una di quelle più trasmesse nelle radio italiane australiane, decretandone l’enorme successo e facendola diventare il simbolo che, ancora oggi, è per tutti noi.

Sfortunatamente il tour venne cancellato a causa di problemi di salute del cantante che dovette rinunciare a questa occasione.

Testo L’Italiano

Lasciatemi cantare
Con la chitarra in mano
Lasciatemi cantare
Sono un italiano

Buongiorno Italia, gli spaghetti al dente
E un partigiano come presidente
Con l’autoradio sempre nella mano destra
Un canarino sopra la finestra

Buongiorno Italia con i tuoi artisti
Con troppa America sui manifesti
Con le canzoni, con amore
Con il cuore
Con più donne e sempre meno suore

Buongiorno Italia, buongiorno Maria
Con gli occhi pieni di malinconia
Buongiorno Dio
Lo sai che ci sono anch’io

Lasciatemi cantare
Con la chitarra in mano
Lasciatemi cantare
Una canzone piano piano

Lasciatemi cantare
Perché ne sono fiero
Sono un italiano
Un italiano vero

Buongiorno Italia che non si spaventa
Con la crema da barba alla menta
Con un vestito gessato sul blu
E la moviola la domenica in TV

Buongiorno Italia col caffè ristretto
Le calze nuove nel primo cassetto
Con la bandiera in tintoria
E una Seicento giù di carrozzeria

Buongiorno Italia, buongiorno Maria
Con gli occhi pieni di malinconia
Buongiorno Dio
Lo sai che ci sono anch’io

Lasciatemi cantare
Con la chitarra in mano
Lasciatemi cantare
Una canzone piano piano

Lasciatemi cantare
Perché ne sono fiero
Sono un italiano
Un italiano vero

(Ta-na-na-na-na-na-na
Ta-na-na-na-na-na-na
Ta-na-na-na-na, ta-na-na
Ta-na-na, ta-na-na)

Lasciatemi cantare
Con la chitarra in mano
Lasciatemi cantare
Una canzone piano piano

Lasciatemi cantare
Perché ne sono fiero
Sono un italiano
Un italiano vero

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

Musica
discografia Fabrizio Basciano
Intervista

La discografia oggi: 4 chiacchiere con Fabrizio Basciano

di Clu
23 ore fa
Musica
Storie Brevi tananai annalisa

Tananai, Annalisa e le ”Storie Brevi” come l’estate

di Clu
1 settimana fa
Musica
Sethu
Intervista

Sethu, tutti i colori del buio

di Alessia Maselli
1 settimana fa
L'Antitesi
sxrrxwland

L’anima dei Sxrrxwland nel 2024

di Melpot Cosmos
1 settimana fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!