Inoki

Luchè contro Salmo, vittorioso Inoki

E improvvisamente arriva Inoki con una sedia di ferro!!!

di Melpot Cosmos

Salmo e Luchè, una storia lunga

Il dissing è ormai alla portata di tutti, e non credo di dover spiegare o specificare di quale si parli.
Ma facciamo un passo indietro: tutto questo rancore tra Luchè e Salmo parte in tempi non sospetti, all’uscita di Machete Mixtape 4, in cui si generano attriti tra i due artisti che si risolvono a colpi di social.
In breve, mentre Salmo si vantava dei risultati ottenuti con i suoi ultimi dischi, proclamandoli i migliori dell’anno, Luchè dissentiva, attaccando le capacità del rapper sardo di produrre e fare ritornelli.

Non voglio stare a precisare neanche tutte le dinamiche, perché fidatevi, sono estremamente lunghe e non portano (si pensava) da nessuna parte.
Lascio però, per i più interessati, un paio di video sulla questione completa iniziale.

Storie e il silenzio

Dopo una serie di storie, i commenti di Guè Pequeno, e un paio di articoli di giornale, tutto scompare nell’oblio.
Fino al 64 Bars di Salmo, in cui succede qualcosa:

Il buon ‘Lebon al mic’ cita il telefono inglese del rapper partenopeo.
Un dettaglio piccolo, insignificante, che non mi aveva neanche dato da pensare la prima volta che lo sentii.
Eppure…

La reazione di Luchè

Una settimana dopo Luchè esce con un dissing a Salmo.
Quest’ultimo risponde.
Alchè il rapper di Napoli ri-risponde.
E ugualmente fa il rapper Sardo.
Risponde anche Inoki, nominato nel secondo diss di Luchè.
Ed è anche quest’ultimo a concludere, con la risposta alla risposta della risposta.
A cui però, contro ogni aspettativa (e la sua stessa parola) il buon Lebon ha di nuovo replicato.
In tutto questo però, i commenti si sprecano, le opinioni si lanciano, fino ad essere tirati in mezzo EsseMagazine e TruceBaldazzi.
Fino ad arrivare a Niko Pandetta.

Niki Pandetta
Niko Pandetta punta il ferro sia a Luché che a Salmo.

Con ordine

Ovviamente, ciò che mi interessa di tutto questo è solo ed unicamente una cosa: chi è stato il migliore?
Perché purtroppo quando si incomincia a dissare, o comunque a rispondersi reciprocamente con delle canzoni, la ragione e il torto vanno a farsi benedire.
Ormai la situazione è esplosa, lasciando solo un match da concludere.
Quindi, chi ha vinto?

LE PAGELLE

Speravo di poter fare un discorso unico, su due canzoni, costruendo varie argomentazioni.
Ma, all’ottava traccia nel giro di tre giorni, ho deciso le avrei recensite a mio modo una per una.

Partendo, abbiamo:

Salmo – 64Bars: 5
Veramente uno dei 64bars più insipidi della stagione, nonostante i nomi all’interno.
Il fatto che sia il punto di origine di tutta la vicenda dà da pensare sulla qualità della stessa.

Luchè – Estate Dimmerda: 6 e 1/2
Il primo vero dissing di Luchè è carino, belle barre e belle risposte, ma i fatti sono completamente inflazionati: tutto ciò che il rapper campano cita sono informazioni di dominio pubblico, nessuna vera uscita alla Pusha T.

Salmo – Dove Volano le Papere: 7+
Pochi fatti, ma parecchi insulti con stile.
Certo, alcuni poco indirizzati, ma hanno comunque del mordente, diventa quasi un piacere ascoltarli.
La chicca è la scelta della base: Full Clip dei Gang Starr, uscita originalmente per commemorare Big L, un’artista new yorkese morto nel ’99. Da qui spiegato il ‘Luchè Rest in Peace’.

Luchè – Ho Paura di uscire: 4
Ecco, si parte dai fatti e in questa canzone non sono nulla di che. Insomma dai, per quanto faccia l’alternativo, credo che nessuno si stupisca che l’artista sardo si droghi e possa avere idee vicine a Forza Italia.
Per il resto, manca del mordente.

Inoki(!) – Cazzominomini: 8-
4 Minuti di insulti. Con parecchio stile, e particolarmente divertenti.
Gli attacchi sono da tutti i lati, su ogni fronte possibile, per dare il risultato di uno spettacolo di cabaret, in cui alla fine tutti ridono del povero dissato.

Salmo – Stupido gioco del rap 2: 4+
Insulti, insulti, insulti.
Certi riutilizzati dal primo. Le idee ci sono ma nulla di che.

Luchè – Operazione Scampia: 3
Luchè sei meglio di questo, e non utilizziamo basi così leggendarie per dei diss così fiacchi.
Il discorso sul razzismo poi, è verissimo, ma costruiscici la risposta sopra invece che lasciarlo come discorso fuori dalla canzone.

Salmo – Game Over: 3 e 1/2
Interessante l’idea iniziale. Poi poteva finire la canzone.

Niko Pandetta – Tutto Finto (e 90 minuti di schiaffi): 10
E non elaboro oltre: abbiamo un vincitore.

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

L'Antitesi
Sanremo 2024 finale

Sanremo 2024, i commenti a freddo

di Melpot Cosmos
1 settimana fa
L'Antitesi
tunnel simba la rue

Simba La Rue e l’album del 2024

di Melpot Cosmos
1 mese fa
L'Antitesi
antitesi-2023

L’antitesi per il 2023 è come la manovra: lacrime e sangue

di Melpot Cosmos
1 mese fa
L'Antitesi
Massimo Pericolo

Massimo Pericolo, le cose cambiano, in peggio?

di Melpot Cosmos
2 mesi fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
NUOVA PLAYLIST
ULTIME USCITE EMERGENTI
SEGUI