Tiziano Ferro tutti gli stadi

Tiziano Ferro: “quando quel ragazzo mi gridò brutto f***io”

Il cantautore racconta, con dolore, lo spiacevole episodio

di Alessia Maselli

Tiziano Ferro re degli stadi

Assente dalle scene per sei anni, Tiziano Ferro è in questi giorni protagonista di un tour degli stadi che gli sta regalando non poche soddisfazioni. Un plebiscito di pubblico che aspettava di ascoltare i successi del cantautore di Latina, si sta riversando nelle arene d’Italia.

Concluse le due date romane allo Stadio Olimpico, in occasione delle quali il cantante non ha mancato l’occasione di ribadire il suo impegno per i diritti civili, essendo stato lui stesso vittima di discriminazione. Visibilmente emozionato ha letto una riflessione che raccontava un episodio in particolare accaduto due anni fa, in cui un ragazzo alla guida gli si è avvicinato insultandolo per poi scappare. Un gesto vigliacco come l’ha definito Tiziano.

Tiziano Ferro
Tiziano Ferro con il marito e i figli

“Un paio d’anni fa un ragazzo, sorpassandomi da destra mi gridò “brutto f***io”, schizzando via come il perfetto codardo che era. La cosa che mi rende maggiormente rabbioso di fronte a questi soggetti è che hanno tutti in comune un elemento: la vigliaccheria, perché io paradossalmente sarei anche in grado di rispettare gli omofobi e gli odiatori se avessero almeno quel minimo di dignità di fermarsi, guardarmi negli occhi e attendere le conseguenze dei loro insulti, invece no, un’offesa gratuita, volgare, magari pubblica, e poi la fuga.

Io avrei voluto sbranare quel pusillanime, ridurlo a terra per poi infierire, restituire le offese, urlando forte per aggiungere terrore al dolore, terminare solo quando avrei visto quell’idiota vittima della peggior mortificazione: essere umiliato da un fr***io. Io non sarei scappato però, sarei rimasto lì a guardare quell’individuo con attenzione, e magari anche con compassione, per ricordargli una volta per tutte com’è fatto un uomo. Prendetevi la vostra vita, qualunque essa sia, diventate ciò che volete e non ciò che gli altri vi impongono”

Tiziano Ferro

Parole fortemente sentite e cariche di una sofferenza che evidentemente si è portato dentro a lungo. Il suo coming out avviene infatti nel 2011, ma i successi iniziano molto prima, in un periodo in cui i temi legati al mondo LGBT erano ancora un tabù. Oggi Tiziano è felicemente sposato e padre di due bambini. Ha scelto di vivere negli Stati Uniti e recentemente ha dichiarato che i suoi figli non avranno il passaporto italiano perché suo marito non risulterebbe.

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

Musica
Auch
Intervista

Per gli Auch è meglio tardi che A.I.

di Alessia Maselli
4 giorni fa
Musica
Ayle
Intervista

Ayle, “La parte del mondo che non mi piace”

di Alessia Maselli
2 settimane fa
Musica
Taylor Swift

Taylor Swift, vinci 2 biglietti per il concerto

di wheremagichappens
2 settimane fa
L'Antitesi
luciennnn copertina slogan

Luciennn e il suo Slogan, a gran voce

di Melpot Cosmos
2 settimane fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!