silvio-berlusconi-morte-milano-san-raffaele-patrimonio

Silvio Berlusconi: scatta la successione da 6 miliardi

I giorni concitanti dopo la sua scomparsa

di Ana Maria Karamuca
silvio-berlusconi-tv-morte-notizia-pstrimonio

Dal 9 giugno Pier Silvio Berlusconi era stato nuovamente portato in ospedale al San Raffaele, dopo che le sue condizioni di salute si sono aggravate. Tutti i suoi familiari si sono congiunti in clinica avendo visto che il politico non rispondeva più alle cure, fino al suo decesso avvenuto stamani verso le ore 10:00. All’esterno dell’edificio si sono radunati una decina di telecamere e numerosi giornalisti.

Diagnosticato con una forma di leucemia mielomonicitica cronica, l’ex premier era stato di recente ricoverato per 45 giorni, prima in terapia intensiva e poi in degenza. Il 5 aprile era stato internato nuovamente per via di un infezione polmonare, mentre nel 2020 risultò positivo al covid.

I primi ricoveri segreti

Berlusconi ha iniziato i suoi primi accertamenti medici nel lontano 1997, dove fu operato sempre al San Raffaele per un tumore alla prostata. Nel 2006 invece fu ricoverato in una clinica belga a seguito di una complicazione al menisco. Sempre nello stesso anno l’ex presidente ebbe un malore sul palco a Montecatini, a causa del quale verrà operato negli States, a Ohio dove gli impiantano il pacemaker.

silvio-berlusconi-malore-pubblico-tv

Nel 2019 venne ricoverato dapprima per una caduta a Zagabria, temendosi che si trattasse di una frattura del femore, e in seguito a causa di un occlusione intestinale. Nel 2021 arriva l’ennesima degenza per via di un scompenso cardiaco, dove venne ospedalizzato nel Principato di Monaco.

silvio-berlusconi-medico-zangrillo

Accanto a lui c’è sempre stato Zangrillo, medico di fiducia e primario di anestesia e rianimazione del San Raffaele, il quale non lo ha mai abbandonato, nemmeno quando nel 2013 salì sul palco per dare da bere all’ex premier in seguito a un calo di pressione.

Dalla politica al calcio

Rivoluzionò non solo il mondo della politica e del calcio, ma anche della tv e dell’imprenditoria. Con lui se ne va un pezzo di storia del nostro paese, sicuramente discusso.

Da Telemilano (Canale 5) a Finivest, negli anni ’80 Silvio Berlusconi si concentra sul piccolo schermo, il quale si dimostra un’ottima attività per l’imprenditore, soprattutto con il successivo acquisto di Italia 1 e Rete 4. Il suo monopolio si spinge anche oltre i confini nazionali, con l’acquisizione di Telecinco in Spagna. Sotto al suo controllo ci furono anche Il Giornale e Medusa Film.

silvio-berlusconi-maglia-monza-milan-calcio-patrimonio
Il presidente di Forza Italia mostra la maglia del Monza

Tra il ’93 e ’94, per Berlusconi arriva il momento di dare inizio a un nuovo partito politico di centrodestra : Forza Italia, con lo scopo di dare maggior voce ai moderati. Dal 2001 si susseguiranno i governi Berlusconi, fino al IV che finisce nel 2011 in seguito alla crisi finanziaria che colpì l’Italia.

Eppure il suo nome non rimane attaccato solo alla politica e alla tv. Nella sua storia anche le pagine calcistiche. Fu proprietario del Milan dal 1986 fino al 2017, durante il quale la squadre ottenne molte vittorie tra cui otto scudetti, sette Supercoppe italiane, cinque Supercoppe Uefa e due Coppe intercontinentali.

L’eredità

Lascia un patrimonio da 6,4 miliardi (così quantificata da Forbes tra ville, azioni e immobili).

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

Reportage
la banda della uno bianca, la strage del pilastro
Evergreen

La banda della Uno bianca e gli insospettabili componenti

di Daniela Castiglia
5 mesi fa
Reportage
Sodder

La misteriosa scomparsa dei fratelli Sodder

di Daniela Castiglia
6 mesi fa
Reportage
Femminicidio

Femminicidio: perché gli uomini arrivano a uccidere?

di Daniela Castiglia
10 mesi fa
Reportage
fujiko e margot

Fujiko e Margot: le ‘Federica’ deejays live a Milano!

di wheremagichappens
2 anni fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
NUOVA PLAYLIST
ULTIME USCITE EMERGENTI
SEGUI