libro rilegato in pelle umana

Scoperto un libro rilegato in pelle umana ad Harvard

Quando il trattamento dei cadaveri non era ancora regolamentato...

di Daniela Castiglia

La ‘strana’ storia del libro rilegato in pelle umana

Nel XVII secolo era in uso una particolare tecnica di rilegatura dei libri, la Bibliopegia Antropodermica, che prevedeva l’utilizzo di pelle umana. Nel 2004 sono stati trovati due libri molto particolari, uno rilegato in pelle di pecora, e un altro libro rilegato in pelle umana, Des destinées de l’ame di Arseène Houssaye, e si trova nella biblioteca dell’Università di Harvard.

La scoperta del libro rilegato in pelle umana

Il team di ricerca si è incuriosito dopo aver letto una nota scritta dal curatore del libro, Ludovic Bouland, amico dell’autore e medico:

“Questo libro è rilegato in pelle umana sulla quale non è stata impressa alcuna decorazione. Osservando con attenzione potete distinguere facilmente i pori della pelle. Un libro sull’anima umana meritava di avere una copertina umana. Avevo tenuto questo pezzo di pelle umana ricavata dalla schiena di una donna. E interessante vedere i diversi aspetti che cambiano su questa pelle, secondo il metodo di preparazione a cui è stata sottoposta. Si può confrontare ad esempio con il piccolo volume che ho in biblioteca, “Sever. Pinaeus de Virginitatis notis”, che è rilegato in pelle umana, ma conciata con alcune spezie.”

Il dott. Bouland spiega di aver utilizzato della pelle umana di donna che aveva conservato, e che, da un’attenta analisi, è possibile vedere ancora i pori della pelle. Bouland è in possesso anche di un altro libro rilegato con pelle umana mista a spezie. La pelle appartiene a una donna forse deceduta a causa di un ictus o un infarto, il cui cadavere non è mai stato reclamato.

libro rilegato in pelle umana
Libro rilegato in pelle umana

Una pratica macabra, oggi illegale, che a quei tempi non lo era, perché il trattamento dei cadaveri non era ancora regolamentato.

Megan Rosenbloom è una studiosa specializzata in libri rari e bibliotecaria presso l’Università Ucla, nonché autrice del libro Dark Archives: a librarian’s investigation into the science and history of books bound in human skin. Secondo Rosenbloom esistono almeno altri cinquanta libri rilegati in pelle umana nel mondo.

Gli scienziati di Harvard avevano già analizzato dei libri rilegati con un apparente copertina in pelle umana. Praticarum quaestionum circa leges regias aveva una nota finale un po’ particolare:

“La copertina di questo libro è tutto ciò che rimane del mio caro amico Jonas Wright, scorticato viva dai Wavuma nel quarto giorno d’agosto, 1632. Il re Mbesa mi ha donato il libro, una delle poche cose in possesso di Jonas, insieme a molta pelle così da poterli rilegare. Riposa in pace.”

Gli esami effettuati su nove parti diverse del volume, portarono alla conclusione che si trattava di pelle di pecora e non umana.

Libro rilegato in pelle umana

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

Storia
confraternite medievali vestiti

Le confraternite medievali: cosa indossava un associato

di Andrea Maesano
5 mesi fa
Storia
roma antica prostituzione

Il lato macabro della prostituzione nella Roma antica

di Daniela Castiglia
7 mesi fa
Storia
adolf hitler dead

Adolf Hitler: dentro la mente e la vita privata del Führer

di Daniela Castiglia
7 mesi fa
Storia
Gelosia firenze cybo-malaspina
Evergreen

Gelosia omicida: una storia della Firenze del ‘600

di Daniela Castiglia
7 mesi fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!