Raf Napoli Calcio Serie a

Raf per il battito animale del Napoli: scudetto ti pretendo!

Si rialzano i partenopei, brutto scivolone dell'Inter nella 26ª di Serie A

di Marco Magi

Un motivo per sorridere in vetta c’è sempre

Chi si ferma (come l’Inter) è perduto. Perché il Napoli torna a riallacciare il feeling con il gol (60, più di 2 a partita in media) e con le vittorie. Firma infatti la sua ventiduesima (allontanando l’Atalanta dalle zone che contano) e consolida il primato dopo la settima di ritorno della Serie A. Spalletti potrebbe cantare direttamente come Raf in ‘Ti pretendo’, È troppo il mio bisogno di te Io non ti voglio, ti pretendo”. Parlando allo scudetto ovviamente.

Sono di nuovo 18 i punti dalla seconda piazza occupata dall’Inter, disastrosa, sconfitta dalla quartultima in classifica in maniera inattesa (anche se il mal di trasferta è più di una conferma). Stavolta è Nzola che, come canta Raf in ‘Battito animale‘, “Batte come non ce n’è, e c’ha un tiro micidiale che ti prende e che ti porta via con sé”.

Raf napoli gol
Raf

Intanto la Juventus è a soli 4 punti dalla sesta posizione e anche il Torino è lì nei pressi. Rialzano la testa l’Udinese (che torna finalmente a vincere) e la Fiorentina, mentre il Verona perde ancora terreno rispetto alla zona verde, rimanendo in quella rossa in compagnia di Sampdoria e Cremonese, sempre più giù. Così canta agli spezzini, ora più distanti, come Raf in ‘Ti pretendo‘, “Lo so che fra noi due il più forte sei sempre tu”.

Spalletti, Inzaghi, Gazzelle e… idem Pioli

Con la Lazio è stato solo un incidente e la conferma arriva al turno successivo, con un perentorio 2-0 all’Atalanta. Così il Napoli di Spalletti ribadisce che, in questa stagione, non ce n’è per nessuno. I gol sono di Kvaratskhelia e Rrahmani, mentre i bergamaschi non si mettono in evidenza per spiccate doti offensive. E Spalletti canta come Gazzelle in ‘Idem’, “Davanti allo specchio ho capito che tutto si intreccia”.

Povera Inter. Che scoppola alla Spezia. Nel 2-1 che decide la sfida, certo, come ha sottolineato anche Inzaghi al termine del match, ci sono da contare 27 tiri verso la porta spezzina (dall’altra parte un numero ben più esiguo) e un rigore sbagliato, però quel che conta è solo il risultato.

Gazzelle napoli gol
Gazzelle

E quello è chiaro: vantaggio di Maldini, pareggio di Lukaku su penalty e risposta, nello stesso modo, di Nzola (al 12° gol stagionale e autore dell’assist al figlio d’arte). E Inzaghi canta con Gazzelle in ‘Idem‘, “Quando fai un sacco di errori gli altri tutti campioni e se ti viene da urlare, tranquillo, è normale, se si spegne la luce tu lo sai che è solo un interruttore”.

Il calcio non fa sconti, abbiamo il dovere di andare avanti

Simone Inzaghi, allenatore Inter

I portieri sono protagonisti, ma chi piange di più è sicuramente il Milan, che non riesce ad andare oltre l’1-1 con la Salernitana a San Siro. Vantaggio di Giroud risposta di Dia, poi nessun gol nella porta che Maignan e Ochoa difendono alla grande, le parano tutte. Intanto così restano quarti dietro a Inter e Lazio. E Pioli canta con Gazzelle in ‘Idem’, “Quando sei al buio lì fuori gli altri tutti lampioni”.

Lunatica come Shade… Thiago Motta, Mourinho e Stankovic

La gara dei bomber assenti. Potrebbe essere questo il tema di BolognaLazio che finisce 0-0. Gli ospiti applicano la stessa tattica che ha consentito loro di superare il Napoli al Maradona: le ripartenze. Non ci sono Immobile per infortunio e Arnautovic (che non viene utilizzato ed è un caso), e lo score, nonostante i numerosi tentativi, rimane invariato. Thiago Motta non considera l’austriaco, ma non si ricorda che lui è, come canta Shade in ‘Lunatica’, “Come un colpo senza sicura”.

Troppa nervosa la Roma che perde in casa con il Sasssuolo. Nel 3-4, dopo la doppietta di Laurienté prima del 20′, poi accorcia Zalewski, ma Kumbulla che provoca il rigore dell’1-3 (lo segna Berardi) facendosi espellere per fallo di reazione, lascia i giallorossi nei guai. Nella ripresa Dybala accorcia e Pinamonti ristabilisce le distanze prima del gol di Wijnaldum nel recupero. E Mourinho canta con Shade in ‘Lunatica‘, “Diamoci un taglio, ma senza una sciabola”.

Shade napoli gol
Shade

Soffre più del previsto la Juventus con l’ultima in classifica. La Sampdoria va subito sotto per il bis di Bremer, poi il recupero di Augello e Djuricic, prima che nella ripresa i gol di Rabiot (già 9 in questa stagione) e il giovane argentino Soulé, definiscano il 4-2. Ma Stankovic non molla, conosce il valore dei suoi ragazzi e canta con Shade in ‘Lunatica’, “E non importa se piove stanotte”.

Un buon inizio per Laura Pausini, Sottil, Juric e Zaffaroni

Dopo sei giornate torna a vincere l’Udinese, lo fa in casa dell’Empoli (0-1) e a fissare il risultato è un gol di Becao ad inizio del secondo tempo. I bianconeri restano in corsa per un posto al sole (in Conference League), mentre i toscani sono alla terza sconfitta consecutiva. Sottil canta con Laura Pausini in ‘Un buon inizio’, “In mezzo a questo rumore e tra un milione di strade, cerco un futuro migliore”.

Attenti e cinici i giocatori del Torino che vanno a vincere a Lecce (0-2) grazie alle reti di Singo e Sanabria (prima del 25′). Dopo la diatriba Juric-Cairo in settimana, la risposta arriva direttamente dal campo, quella che più conta. Il tecnico granata canta con Laura Pausini in ‘Un buon inizio‘, “Non lascio vincere la rabbia, e cresce come una foresta il mio cambiamento”.

Laura Pausini napoli gol
Laura Pausini

Come una sconfitta, il pareggio del Verona (1-1) con il Monza. Fa centro Verdi, risponde Sensi, però i veneti vedono andare via lo Spezia e tornare a -5 dalla zona salvezza. E nel finale rischia addirittura di cedere su una percussione di Pessina.

Ormai parlare di salvezza, diventa sempre più complicato in casa Cremonese. I grigiorossi, sempre ultimi con la Samp, vengono battuti 2-0 sul proprio campo dalla Fiorentina. Di Mandragora e Cabral i gol, uno per tempo, senza sprecare troppe energie. I viola di Italiano vincono la terza di fila (quinta compresa la Conference) e iniziano a sorridere di più. “È il mondo che crolla ma la mia testa dura no”, canta Zaffaroni insieme a Laura Pausini in ‘Un buon inizio’.

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

SLSG - Sol La Si Gol!
Vanoni calcio serie a

Ornella Vanoni: finisce la Serie A, domani è un altro giorno

di Marco Magi
1 anno fa
SLSG - Sol La Si Gol!
Celentano Milan Inter Lazio

Adriano Celentano: Lazio, Inter e Milan ormai sono soli

di Marco Magi
1 anno fa
SLSG - Sol La Si Gol!
Nek Juventus

Se una regola c’è… Nek accompagna la Juventus a -10

di Marco Magi
1 anno fa
SLSG - Sol La Si Gol!
Cugini di Campagna Inter serie a

Cugini di Campagna: meravigliosamente Inter in questo rush

di Marco Magi
1 anno fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!