napoli milan albano serie a

Al Bano porta il Napoli nel sole, Milan dai non piangere

Felicità: un bicchiere di vino e 12 punti.

di Marco Magi

Difficile non guardare oltre l’orizzonte della classifica, c’è l’eternità

Tredicesimo gol di Osimhen e il Napoli gira a 50 punti. Il girone di andata finisce così, con i partenopei in vetta alla classifica, tenendo a distanza il Milan dopo la diciannovesima di Serie A. Vorrebbe che finisse così Spalletti e non vede l’ora che questa stagione termini: “Ma perché ogni minuto, dura un’eternità” canta il tecnico come Al Bano in ‘Nel sole‘. Una vittoria che sa tanto di slancio preso per raggiungere lo scudetto.

Disastroso il team di Pioli, che rimedia 4-0 nel posticipo con la Lazio e finisce a -12, mentre gli uomini di Sarri agganciano Roma e Inter al terzo posto. Milan da dimenticare che canta con il proprio allenatore, insieme ad Al Bano e Romina Power, “Ci son momenti in cui la solitudine Ci avvolge e poi uscirne non è facile E tutto intorno appare vuoto e inutile” come in ‘Non piangere‘.

Al Bano Napoli
Al Bano

È anche la giornata del dopo-sentenza che ha tolto 15 punti in classifica alla Juventus (per ora?). La Vecchia Signora non riesce a spiccare il volo e a rispondere, impattando con l’Atalanta, mentre l’Inter naufraga in casa con l’Empoli. E se la Fiorentina cade in casa con il Torino, peggio è per la Sampdoria che viene scavalcata dal Verona (vincente con il Lecce), perdendo con l’Udinese, complicandosi la vita. E la Cremonese che pareggia a Bologna, chiudendo con la maglia nera la fase ascendente della stagione, sogna il miracolo della Salernitana della scorsa stagione.

Le due facce di Spalletti, Pioli, Rose Villain e Tedua

Il precedente primato era proprio del Napoli, ma allenato da Sarri (48 punti, ma ora sono ben 50). I gol di Di Lorenzo e Osimhen piegano la Salernitana nel derby campano. Si chiude 0-2 all’Arechi, a fine del primo tempo e all’inizio del secondo viene sigillato un match la cui è gestione è rimasta perennemente nelle mani degli uomini di Spalletti (con buona pace del ritrovato Nicola). “È una mia impressione o più lo vuoi più non si avvera?”, questo canta il tecnico toscano con Rose Villain e Tedua in ‘Due facce’.

Sappiamo che abbiamo un’occasione irripetibile e che dobbiamo comportarci di conseguenza

Luciano Spalletti, allenatore Napoli

Milinkovic, Zaccagni, Luis Alberto (rigore) e Felipe Anderson. Manca Immobile ma ci pensano loro 4 a infierire sul Milan. Così la Lazio passeggia (4-0) all’Olimpico contro i campioni in carica che, dopo due pari nelle due giornate precedenti, tra il k.o. in Coppa Italia con il Torino e la sconfitta in Supercoppa con l’Inter. Invece no, è davvero crisi nera. Anzi Pioli canta con Rose Villain in ‘Due facce‘, “È una mia impressione o la notte è più nera?”.

Rose Villain Napoli
Rose Villain

Nervosismo o calcolo? Sicuramente l’espulsione di Skriniar ha indirizzato negativamente la gara di San Siro per l’Inter. Due gialli pressoché inutili per lasciare i nerazzurri in dieci, anche se, pur in 11 non sono stati gli stessi schiacciasassi della Supercoppa (mandando stra k.o. il Milan). E così l’Empoli, con il suo talento Baldanzi (in gol), esce dallo stadio milanese con un pesantissimo 0-1.

Se non tiri in porta neanche una volta è difficile fare gol. Certo, se ti manca il tuo bomber principe (Nzola), è molto molto difficile che accada. E così lo Spezia cede alla Roma sul proprio campo. Uno 0-2 firmato dai gol di El Shaarawy e Abraham, sempre su assist del ritrovato Dybala, mentre continua la querelle Zaniolo (parte oppure no?).

La pressione bassa di Stankovic e Allegri, come Assurdité

Un gol che gli viene annullato e una traversa per Seck, però a decidere (0-1) la sfida al Franchi tra Fiorentina e Torino è Miranchuk. Il Torino si rialza e pensa pure all’Europa grazie ad una bella prestazione che fa finalmente sorridere Juric. E Italiano? I viola non hanno ancora un’identità precisa, che di solito lui riesce a dare in minor tempo.

Interrompe un’astinenza che durava dal lontano 3 ottobre l’Udinese che va a vincere sul campo di una sfortunata Sampdoria (0-1), sempre penultima in classifica. Decide il gol di Ehizibue nel finale in un match in cui è stato reso omaggio, ancora una volta, al mito Vialli (presenti in tanti della cavalcata scudetto del 1991). “Un altro giro, un’altra storia” canta Stankovic come Assurdité in ‘Pressione bassa’.

Assurdité Napoli
Assurdité

Zona Europa e zona Champions ancora distanti per la Juventus scesa ben in basso in classifica e che pareggia in casa con l’Atalanta (3-3). Continui ribaltamenti in una gara viva, dallo 0-1 al 2-1, al 2-3, con a segno due volte Lookman, e Maehle per gli ospiti, e in gol Di Maria su rigore, Milik e Danilo per i bianconeri piemontesi. Come finirà la questione della plusvalenze? Allegri sa già come affrontare la situazione, cantando con Assurdité in ‘Pressione bassa‘, “Sai, ridere non è un problema”.

Nessuno ragiona come Ballardini, Zaffaroni e Sacky

Due gol in avvio di ripresa, prima di Okereke per gli ospiti dal dischettto, poi l’autorete di Chiriches per i padroni di casa, e BolognaCremonese finisce 1-1. .Per i rossoblù un punto per rimanere al pari di Juventus e Fiorentina, per i grigiorossi, l’ennesimo pari, che non smuove la disastrosa classifica che li vede ultimi. “Sono vuoto dentro, sono perso”, canta Ballardini come Sacky in ‘Nessuno’.

Contro un Sassuolo in un periodo nero, ci si aspettava qualcosa di più dal Monza. E invece i ragazzi di Palladino che stanno sognando l’alta classifica, vanno pure sotto con Ferrari e devono recuperare poi con Caprari nella ripresa, per l’1-1 finale.

Sacky Napoli
Sacky

Che sia la definitiva rinascita del Verona è presto per dirlo. Intanto il 2-0 casalingo contro il Lecce, però, sposta la lancetta a 12 punti in classifica, sperando ancora in un girone di ritorno all’altezza del blasone. In gol vanno Depaoli e Lazovic per il 2-0 che archivia il match. “Cosicché mi sento ancora vivo, ancora vivo” canta Zaffaroni come Sacky in ‘Nessuno‘.

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

SLSG - Sol La Si Gol!
Vanoni calcio serie a

Ornella Vanoni: finisce la Serie A, domani è un altro giorno

di Marco Magi
10 mesi fa
SLSG - Sol La Si Gol!
Celentano Milan Inter Lazio

Adriano Celentano: Lazio, Inter e Milan ormai sono soli

di Marco Magi
11 mesi fa
SLSG - Sol La Si Gol!
Nek Juventus

Se una regola c’è… Nek accompagna la Juventus a -10

di Marco Magi
11 mesi fa
SLSG - Sol La Si Gol!
Cugini di Campagna Inter serie a

Cugini di Campagna: meravigliosamente Inter in questo rush

di Marco Magi
11 mesi fa
Cerca
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
Aiutaci a crescere!
NUOVA PLAYLIST
ULTIME USCITE EMERGENTI
SEGUI