ARTICOLO
L'Antitesi
fedez dikele

Fedez, Dikele e l’intervista che non uscirà mai!!1!1!

Ancora tu, ma non dovevamo vederci più?

Ancora lui?

Torniamo ad uno dei miei soggetti preferiti: Fedez è di nuovo al centro delle mie attenzioni.
Ma a questo giro non è colpa sua. Non troppo, perlomeno.
Per i pochi che non hanno minimamente seguito la vicenda, il nostro ormai amico Federico si è nuovamente ritrovato nell’occhio del ciclone, e questa volta per un’intervista. Un’intervista che probabilmente non vedremo mai.

Procediamo con ordine…

‘Esse a Teatro’ è un format di Esse Magazine abbastanza semplice ed intuitivo già dal titolo: non si tratta d’altro che di una lunga intervista/chiacchierata di Antonio Dikele Distefano con un super ospite della scena musicale italiana.
Tutto questo ovviamente sul palco di un teatro, con un pubblico presente in sala, anche se l’intero spettacolo viene ripreso e poi caricato su youtube. Almeno, solitamente.
Guè e Marracash infatti, hanno visto la loro intervista caricata il prima possibile con un enorme pubblicità dietro, un sacco di spezzoni caricati da diverse pagine e articoli su quanto detto dai due artisti.

Tutto normale, solo che poi…

Fedez segue esattamente lo stesso iter dei suoi due colleghi, andando a teatro e parlando con Dikele ma… La sua intervista scompare. Tutto cade nel dimenticatoio.
Nonostante l’intervista davanti a un pubblico reale munito di telefoni e social, per un breve periodo è stato come se l’episodio di ‘Esse a Teatro’ riguardante Federico non fosse mai avvenuto.

Ma internet non dimentica

Ovviamente però, qualcuno ha incominciato a domandarsi, a distanza di settimane, dove fosse finita questa celebre chiacchierata.
Nessuno sapeva nulla, fino a che, in gruppi facebook e in altri strani luoghi di internet, non hanno incominciato ad affiorare spezzoni ripresi dal telefono di quanto successo.
Brevi trafiletti che, anche completamente fuori contesto, danno un’idea precisa: un’atmosfera tesissima tra Fedez e Dikele, con domande e risposte vissute come stilettate vicendevoli. A tutto questo si aggiunge la conferma da parte di Fedez. In una live su twitch, quando accenna alla vicenda per altre motivazioni, esclama: “probabilmente l’intervista non uscirà mai” senza aggiungere altro.

Spero che ti passi.

-frase conclusiva(?) di Dikele ad ‘Esse a Teatro’ con ospite Fedez

Sappiamo poco e niente

Questi spezzoni iniziati a circolare in rete sono lunghi, al massimo, venti secondi l’uno; quindi l’idea che ci si può fare, è piuttosto vaga, senza tantissime fonti da analizzare, nel complesso.
La domanda sulla quale elucubrare sorge spontanea: per quale motivo un progetto praticamente concluso, sul quale sono stati spesi fior fior di quattrini, già annunciato e già visto da una piccola parte di pubblico, dovrebbe essere completamente cancellato?

fedez disumano cover
L’ultimo album di Federico Lucia, che sarebbe stato tra gli argomenti cardine dell’episodio

Le motivazioni sono svariate

La prima che mi è venuta in mente riguarda il punto di vista legale: è stato detto qualcosa che non doveva essere nominato, a livello copyright magari.
Ma questa motivazione regge molto poco: basterebbe infatti censurare lo spezzone incriminato e lasciare il resto dell’intervista.
La seconda invece, riguarda quasi una sfera personale. È possibile che uno dei due presenti non voglia essere più accostato all’altro? Insomma, possibile che sia nato un diverbio tale da scegliere il dimenticatoio?

Un’intervista scaduta in litigio

È questa l’ipotesi che trovo più plausibile.
Se ne trova forte riscontro sia dall’atmosfera degli spezzoni, che dalla frase di Fedez e, ancora, dal totale silenzio stampa di Dikele e Esse Magazine.
Il motivo vero e proprio della nascita di questo diverbio non lo scopriremo mai con certezza, la lista è lunghissima: il rapporto con Marracash e Guè, la situazione con Ghali, le visioni completamente opposte sulla carriera musicale, ecc. ecc.

Ci vorrebbero giorni per snocciolare ogni informazione su ogni possibile fonte del diverbio, si ripercorrebbe praticamente tutta la storia del rap nostrano degli ultimi 10 anni.
Qualsiasi sia la motivazione, non giustifica quanto accaduto: possibile sia questo lo stato dell’informazione musicale in Italia? Completamente in balia del sentimento?

marracash intervistato da dikele
Copertina dell’episodio con ospite Marracash

Una precisazione finale

Non credo in un giornalismo acritico, in cui la penna dell’autore sia completamente distaccata dai fatti.
Credo però nella necessità di informare su tutto, anche nel caso estremo in cui si debba comunicare qualcosa che sta ai nostri antipodi.
Credo che Dikele, in quella circostanza, non abbia tenuto il comportamento corretto: non riuscendo infatti ad elaborare una critica severa ed argomentata verso ciò che trova distante da lui lo estromette completamente, creando un consenso falsato, poiché privo di risposta.

Riproduzione Riservata ®

Altri articoli in

L'Antitesi

3 giorni fa

Night Skinny ci ha mentito: l’operazione è finita male

 
L'Antitesi

1 settimana fa

Laura Pausini non è Bella e non è Ciao

 
L'Antitesi

2 settimane fa

Baby Gang e i consigli elettorali per il 25 settembre

 
L'Antitesi

3 settimane fa

Maneskin e Coldplay, ogni movimento un disastro

 

Leggi anche

Interviste

24 ore fa

I Selton si raccontano: il folk rock che non ti aspetti

 
Tech

2 giorni fa

Alternative grafiche web: ecco dove trovarle

 
Lifestyle

2 giorni fa

Il caso Spotlight: lo scandalo che sconvolse la Chiesa

 
Musica

3 giorni fa

Amici ’22: Rudy Zerbi non ci sta

 
error: Content is protected !!
Leggi anche
L'Antitesi

3 mesi fa

Love Mi: ma nel 2022 in tv non c’era la censura?